Cerca
Il fondo
2019-12-30
condividi
Accanto a voi siamo più forti… da 150 anni: grazie

Non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non viviamo di stipendi pubblici, ma grazie ai lettori ed agli inserzionisti che ogni settimana scelgono il nostro giornale comprandolo in edicola o attivando gli abbonamenti cartacei o internet. Intendiamo ringraziarvi per l’affetto che ci state dimostrando ogni volta che qualcuno degli abbonati varca la porta del nostro ufficio per rinnovare la fiducia nei nostri confronti o quando ci s’incontra in edicola per scambiare impressioni, quando riceviamo telefonate e anche critiche. Se v’interessa continuare a sentire una campana che non è legata ad organizzazioni di alcun tipo (politico, religioso, sindacale e chi più ne ha più ne metta), noi ricambieremo con l’impegno a fare informazione locale il più possibile vicina all’oggettività.

Siamo imperfetti, a volte persino irritanti per qualcuno, ma Provincia granda è un’azienda particolare come tutte quelle legate al mondo dell’editoria. Gli editori puri consentono ai giornalisti di essere “indipendenti” nel vero senso della parola: non dobbiamo render conto ad alcuno che non siano i nostri lettori e noi stessi, le nostre coscienze, il nostro modo di vivere il giornalismo. Quest’anno abbiamo compiuto un compleanno importante: 150 anni e siamo tra i tre, quattro settimanali d’Italia ancora in vita con quell’età che, per l’editoria, sono “ere” per la facilità con cui le tesate giornalistiche senza il contributo di fondi pubblici (appena confermati dal governo per particolari categorie) scompaiono nel tempo. Provincia granda e prima la Gazzetta di Mondovì, invece, è ancora qui, solida, tra i suoi lettori. Vivere al di là dell’aiuto di Stato vuol dire ragionare da imprenditori rimanendo fedeli al solo impegno preso con chi ci legge. Vi siamo riconoscenti perchè la comunità dei lettori è l’unico vero patrimonio che possediamo, in un tempo in cui l’imbarbarimento del dibattito pubblico sembra non trovare confini.

Abbiamo testimoniato il nostro affetto a lettori, città, territorio che raccontiamo ogni settimana, con alcuni eventi nel corso del 2019. Eccoli. Provincia granda ha finanziato il recupero del pilone sul ponte della Madonnina, vicino alla sede del giornale. Non era di alcuno e nessuno se ne voleva occupare né interveniva da anni: rifatto il tetto, ora è preservato per anni, con la soddisfazione degli abitanti del Rinchiuso molto devoti al piccolo manufatto a metà del ponte. La coincidenza con il compleanno della prima promozione in A2 del Vbc Mondovì (35 anni fa) ha permesso di organizzare un pomeriggio di grande festa all’Antico Palazzo di Città: amarcord, ricordi, fotografie, filmati con l’intenzione di rendere al meglio la passione del “presidentissimo” Nino Manera, il direttore che permise “il miracolo della squadra fatta in casa”. I concetti di legalità e la lotta alla mafia sono stati i temi che hanno portato in città Giuseppe Antoci, l’ex presidente del Parco dei Nebrodi, ancora molto impegnato nella lotta alle organizzazione criminali siciliane. Accompagnato dal parlamentare Davide Mattiello che ha presentato alla Camera il “protocollo Antoci” valido oggi in tutta Italia (il giornalista Paolo Borrometi ha dovuto dare forfait per motivi familiari), è stata, per Mondovì, ancora una volta, una lezione di umanità e di coraggio, tenendo presente che “nessun territorio è lontano dal pericolo delle mafie”. Con “Penne Granda” presente nell’ambito del “Premio Dardanello” dedicato allo sport, Provincia ha ripreso un riconoscimento del passato, proiettandolo nell’oggi, donandolo a chi ogni giorno si cimenta con il giornalismo moderno.

Da 150 anni il nostro giornale cerca di garantire contenuti di qualità su tanti temi che hanno il sapore del locale e la visione del mondo. Il 2020 coincide con lo sviluppo ulteriore delle informazioni digitali: sul web, sui social che affiancano e completano quelle in carta. Consentono di essere aggiornati in tempo reale, senza interruzione, dai nostri giornalisti. È l’onda lunga della rivoluzione digitale che non deve essere preponderante, ma deve “servire” un certo tipo di pubblico perchè Provincia continui ad essere una produttrice credibile di contenuti informativi. Insomma il vostro giornale, il giornale del territorio.

Siamo all'inizio di una nuova sfida ed è importante avervi accanto a noi.

Buona lettura.

Provincia granda
Articolo scritto da:
Gianni Scarpace
SOCIAL
IL FONDO
“Che bella Mondovì piena di gente per le mongolfiere: ha volato alto, sulla scopa di una Befana che ha portato, nella calza, turisti e...