Cerca
Monregalese
2019-04-15
condividi
(Foto Matteo Di Modica)
Minniti a 'Dialoghi Eula': «Il futuro dell'Europa si gioca in Africa»
Si è conclusa la sesta edizione con i dibattiti a Villanova Mondovì

VILLANOVA MONDOVÌ - Grande successo per l’edizione 2019 dei ‘Dialoghi Eula - Il festival della buona politica’ di Villanova Mondovì che sabato mattina si è concluso con i protagonisti della vita politica nazionale a colloquio nell’antica chiesa di Santa Caterina nel borgo di Villavecchia. Dal presbiterio del gioiello trecentesco del Monregalese, ospiti illustri hanno affrontato il tema di quest’anno: ‘La politica e la partecipazione’, con l’intervento anche di numerosi studenti che hanno posto domande e sollecitato riflessioni ai relatori della mattinata.
Particolare partecipazione per il tavolo con l’ex ministro dell'Interno Marco Minniti dove si è parlato di ‘Sicurezza e Libertà’, titolo della sua ultima pubblicazione (ed. Rizzoli), con un focus sulla stretta attualità a partire dalla delicata crisi libica e dalle problematiche migratorie. «Il futuro dell’Europa - ha esordito Minniti - si gioca in Africa, non c’è possibilità di separare i due destini. Investire in Africa non è un’opera di carità. Nel mondo l’Italia non può essere l’incredibile Hulk, ma l’uomo ragno, tessendo reti con tutti avendo una forte identità». 
L'apertura della manifestazione è stata dedicata alla deputata Ylenja Lucaselli, parlamentare di Fratelli d'Italia e imprenditrice di successo, intervistata come tutti gli ospiti di giornata dalla giornalista economica Simona D'Alessio (Italia Oggi, ANSA). «Il made in Italy - ha commentato nel suo intervento Lucaselli - non è tutelato. L’Italia è un brand, vale moltissimo ma l’attività di Governo finora si è poco preoccupata di comunicare e rafforzare all’estero le nostre posizioni». 
Si è poi parlato di finanza, con un particolare attenzione al reddito di cittadinanza, nell’ultimo tavolo di giornata improntato sulle grandi sfide economiche che attendono il nostro Paese, grazie agli interventi di Laura Castelli, viceministro all'Economia ed alle Finanze, e della professoressa Irene Tinagli, intervenuta in diretta streaming. «Per noi - ha commentato Castelli - c’è anche una visione romantica sul reddito di cittadinanza: è uno strumento per affrontare i cambiamenti che sconvolgeranno il mondo del lavoro nei prossimi anni. Non abbiamo costruito il reddito con l’obiettivo di aumentare posti di lavoro, ma di effettuare una staffetta tra generazioni». «Il provvedimento – ha ribattuto Tinagli - ha un valore, il problema sta nell’efficacia della misura».
Si è così conclusa una sesta edizione che ha permesso, ancora una volta, di portare a Villanova Mondovì i grandi temi della politica nazionale e internazionale, con ospiti di rilievo che hanno regalato tanti spunti di riflessione. «Il pubblico dei Dialoghi Eula è un pubblico informato – ha commentato Fulvio Bersanetti, direttore scientifico dell’evento -: questo è anche quanto ci fanno notare i nostri ospiti». «Il pubblico villanovese - ha aggiunto Michele Pianetta, ideatore dei ‘Dialoghi Eula’ e vicesindaco di Villanova Mondovì - ha dimostrato, ancora una volta, di credere in questo evento. Una platea sempre più attenta e competente per un parterre di assoluto livello. La grande attualità rimane al centro dei nostri dibattiti, dalla crisi libica ai sovranismi europei: tante le sfide all’orizzonte, che oggi potremo affrontare con maggior consapevolezza e preparazione».

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
SOCIAL
IL FONDO
Sarà che abbiamo invitato, mercoledì sera (3 luglio), alla prima dei “Doi pass 2019”in cui la band “Note & News...