Cerca
Mondovì
2019-03-19
condividi
Cuneo – Asti: «Siamo qui per risolvere i problemi,

entro l’estate i lavori di completamento»

Il premier Conte ed il ministro Toninelli sul tracciato – I sindaci sospendono il presidio

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli sono stati lunedì pomeriggio a Cherasco per un sopralluogo sul tracciato dell'autostrada Asti-Cuneo, tuttora incompiuta a 29 anni dall'accordo firmato da Anas e dalla concessionaria Satap per l'avvio dei lavori. Il sunto dell’intervento del governo è questo: «Entro l'estate, una volta terminati gli espropri, potranno cominciare i lavori di completamento del lotto per terminare la Asti-Cuneo». Si sono confrontati con il presidente provinciale Federico Borgna, con il presidente della Regione Sergio Chiamparino e con una delegezione di i sindaci della Granda. Ancora Toninelli: «Il progetto attuale (come modificato dal precedente ministro Delrio, ndr) sarà mantenuto, ma con un risparmio previsto di 213 milioni di euro». Il concetto era già stato espresso dal consigliere regionale del M5S Mauro Campo e dalla deputata e collega di partito Fabiana Dadone (di Mondovì, entrambi a Cherasco) prima del sopralluogo. L’intesa su cui il Governo sta lavorando prevede che venga abbandonato quanto prospettato con l’accordo promosso lo scorso anno dall’ex ministro Graziano Delrio: in sostanza i 350 milioni di euro stimati quale costo di realizzazione del lotto II.6 erano finanziati attraverso una proroga quadriennale da concedere al gruppo Gavio sulla concessione della Torino-Milano rispetto alla naturale scadenza del 2026.

A Cherasco è stato ribadito che per concludere l'autostrada, di cui il primo tratto é stato inaugurato nel 2005, mancano ancora 9 chilometri. Dopo una riunione tecnica nella zona dove c'è il troncone interrotto della Asti-Cuneo, Conte e Toninelli si sono trasferiti in Prefettura, a Cuneo, per incontrare i sindaci. "Siamo qui per risolvere i problemi, tocca a noi assumerci la responsabilità, ci impegniamo a risolverli", afferma il presidente Conte. Dal 2012, anno in cui si sono fermati i lavori, "sono passati troppi anni", ha aggiunto il premier.

LA PROPOSTA

L’impegno di Conte: «Riusciremo a sbloccare i cantieri già entro l’estate per il lotto da Alba a Verduno, e poi a completare l’autostrada A33 entro 36 mesi. Il tutto senza regali al concessionario, e con un risparmio per i cittadini di 213 milioni di euro». La proposta è quella anticipata alcune settimane fa dallo stesso ministro alle Infrastrutture: il concessionario dell’autostrada A33, il gruppo Gavio, si impegnerebbe ad anticipare i 350 milioni necessari per completare la Cuneo-Asti, anticipandoli dall’eventuale nuova concessione, nel 2026, della Torino-Milano.

LE REAZIONI

Intanto i sindaci da lunedì hanno sospeso il presidio (dopo oltre tre settimane) davanti alla Prefettura, proprio per chiedere il completamento dell'autostrada.

Alberto Cirio (Forza Italia, europarlamentare): «Ho appreso con interesse la soluzione individuata dal Governo e credo sia necessario verificare in fretta che la procedura sia compatibile con le normative europee, in modo che non si creino ostacoli da Bruxelles. Come fatto in passato per la proposta di cross-financing, me ne occuperò personalmente già nelle prossime ore, in modo da garantire il via libera dell'Ue a questa soluzione. L’Asti-Cuneo è un’opera che il nostro territorio attende da oltre 30 anni. Apprezziamo che il premier Conte e il ministro Toninelli abbiano voluto rendersi conto di persona della situazione, ma attendiamo di rivederli a brevissimo sugli altri cantieri strategici per il Piemonte. A cominciare dalla Tav».

Sergio Chiamparino sull'incontro sulla Asti-Cuneo: «È positivo che il presidente del Consiglio Conte e il ministro delle infrastrutture Toninelli abbiano assunto in prima persona un impegno su una vicenda che da tanti anni è una ferita aperta in questa parte vitale del Piemonte. La proposta nella parte progettuale ricalca quella avanzata dal precedente governo, eliminando la galleria di Verduno».

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
Cuneo Asti strade infrastrutture visita governo
SOCIAL
IL FONDO
E' stata una settimana importante per il nostro giornale. Abbiamo avviato gli eventi pensati per i 150 anni di “Provincia granda”e l&rs...