Cerca
Langa
2019-03-14
condividi
Bue, carne e test del Dna: il precedente del 2013
La condotta Slow Food: “Già allora si dimostrò che era possibile, ben vengano oggi i controlli del Consorzio”

CARRÙ - Per la prima volta sono stati eseguiti controlli a campione in ristoranti e macellerie, tramite il test del Dna. L’iniziativa, a garanzia di chi consuma carne di bue, è stata messa in atto dal Consorzio (come annunciato una settimana fa su queste colonne). A tal proposito, spunta un precedente di alcuni anni or sono. Già nel 2013 era stato sperimentato che le analisi sul Dna potevano essere utili in questo ambito. Promotore era la Condotta Slow Food Langhe Dogliani-Carrù. Il suo fiduciario, Renzo Conterno, dichiara: «Quell’esperimento “dimostrativo” disse che si poteva fare. Ben vengano, oggi, i controlli da parte del Consorzio. Era ora che si iniziasse, e siamo molto contenti di questo [...]

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
carne bue test dna precedente slow food
Articolo scritto da:
m.g.
SOCIAL
IL FONDO
MONDOVI’– A fine marzo il sindaco di Mondovì Paolo Adriano emanò un’ordinanza che, in sostanza, vieta la vendita al...