Cerca
2018-12-01
condividi
Il pubblico intervenuto alla conferenza di Entracque
Nuova stagione dello sci nella 'Granda': Garessio ed Argentera in Cuneo Neve
Artesina, nuova seggiovia quadriposto

Le montagne di Cuneo sono un gioiello incastonato tra le Alpi ed il mare, dove ogni attività sportiva è praticabile. Dalla Valle Po, con la cima del Monviso, alla Val Tanaro, venti vallate si aprono a raggiera intorno al capoluogo, alla medievale Saluzzo ed alla barocca Mondovì, offrendo panorami mozzafiato, borghi alpini autentici ed accoglienti, centri storici e moderne strutture ricettive. «Sono quindici le stazioni sciistiche delle Alpi di Cuneo, con 20 centri fondo, per un totale di oltre 350 km per lo sci alpino e 280 km per lo sci nordico: questo il grande patrimonio che ci fa brillare candidandoci a meta sciistica invernale sul mercato internazionale» ha esordito il presidente dell’ATL del Cuneese, Mauro Bernardi, alla presentazione di venerdì presso il Centro Informazioni della Centrale idroelettrica “Luigi Einaudi” di Entracque. Ospiti di Enel Green Power, organizzatore insieme ad ATL, Comune di Entracque e Cuneo Neve, le autorità di Regione Piemonte (il presidente Chiamparino, i consiglieri Alberto Valmaggia e Paolo Allemano), Camera di Commercio di Cuneo e FISI (il consigliere nazionale Marocco ed il presidente AOC Pietro Blengini).

Tra le novità principali la realizzazione di una nuova seggiovia quadriposto ad Artesina, la “Rocche Giardina” (1600-1950) Leitner che servirà, in sostituzione della sciovia costruita negli anni ’70, la pista sottostante lunga 1.800 con un dislivello di 350 metri e migliorerà la fruibilità del collegamento con Prato Nevoso. «È un segno di come stiamo investendo, e bene, i contributi concessi. Un’opera d’importanza strategica per Artesina, moderna e di ultima generazione, ed utile per tutto il comprensorio. Se la Regione ci è vicina - conclude Blengini, amministratore di Artesina Spa - noi siamo efficienti nel realizzare prontamente le opere». «Abbiamo iniziato ad investire i 15 milioni di euro stanziati l’anno scorso dalla Regione Piemonte per il sistema neve cuneese e i risultati si stanno vedendo: molte stazioni sono in fase avanzata con i lavori di realizzazione delle nuove opere, altre hanno incominciato la progettazione - spiega Nicola Dalmasso, presidente di Cuneo Neve -. Ringraziamo la Regione per l’impegno e ci aspettiamo questo legame anche in futuro, per avvicinarci sempre più alle stazioni olimpiche sia per livello di strutture, ma anche per dotazione economica concessa. La Granda ha tantissimi itinerari e con piacere abbiamo accolto in Cuneo Neve due nuove realtà, Garessio e Argentera, che portano a 15 le stazioni del nostro marchio. Con una grande unione di intenti finalmente tutte insieme possiamo fare squadra, perché il gruppo, unito, è sempre vincente».

Alcune stazioni, tra cui proprio il Mondolè, hanno aperto i battenti ed all’Immacolata si terrà l’Open Season di Prato Nevoso con il concerto gratuito del famoso J-Ax. Le iniziative proseguiranno con i mercatini sulla neve e nel Monregalese con il Presepe Vivente di Pianvignale, il Capodanno in piazza a Frabosa ed Artesina ed in Conca a Prato Nevoso, fino alla Festa delle Mascotte di Artesina e lo Spring Splash di Prato Nevoso che chiuderà la stagione sciistica. Tra i grandi eventi sportivi la gara nazionale di sci di fondo in programma il 12 e 13 gennaio 2019 al Centro Fondo Marguareis in Valle Pesio, valida per la qualificazione ai Mondiali Under 18 e Under 20 e per il titolo nazionale di categoria e la Coppa Italia Senior e Under 23.

Cuneo Neve ATL stazioni sciistiche inverno Mondolè lavori Artesina Regione Garessio Viola Frabosa Monregalese Prato Nevoso Open Season Rocche Giardina
Articolo scritto da:
p.cam
SOCIAL
IL FONDO
Ora che il “Black Friday” è passato ed archiviato ne possiamo scrivere senza tema di essere indicati come “quelli che...&r...