Cerca
2018-11-30
condividi
Dogliani: anche Andrew Graham Dixon, della Bbc, al convegno internazionale sullo Schellino
Importante evento culturale sabato 1° dicembre dalle 10,30 al Sacra Famiglia

Visite guidate (anche notturne), passeggiate architettoniche a tante altre iniziative sono state organizzate dal mese di maggio in avanti a Dogliani per rendere omaggio, a 200 anni dalla sua nascita, a Giovanni Battista Schellino, il geniale architetto vissuto tra il 1818 e il 1905. Sabato 1° dicembre le celebrazioni si concluderanno con il momento clou: un convegno internazionale nel complesso del Sacra Famiglia intitolato “Neo-Gothic CuNeo/Giovanni Battista Schellino” a cui parteciperà Andrew Graham Dixon, celebre conduttore di documentari della Bbc. «Il capolavoro dello Schellino - anticipa lo storico dell’arte inglese - è sicuramente la “foresta” di guglie che domina l’ingresso del cimitero di Dogliani: un capolavoro di travolgente malinconia e morbosità. Quale fu il modello per questo ingresso monumentale? Era sicuramente (come Daniele Regis fa notare altrove in queste pagine) Pugin». Graham Dixon, dopo i saluti istituzionali del sindaco Franco Paruzzo, di Roberto Currado (Ordine degli Architetti), di Egle Micheletto (Soprintendenza) e l’introduzione di Enzo Biffi Gentili (“Il CuNeo gotico”) nella Cappella del Ritiro alle 10,30, interverrà nel corso della Prima Sessione. Avendo scritto la prefazione all’edizione inglese del volume, alle 11 presenterà il libro di Daniele Regis e Lorenzo Mamino “Neo-Gothic CuNeo. Topics and itineraries in the province of Cuneo”. Alle 12,30, infatti, i presenti si sposteranno di fronte all’Ingresso Monumentale del Cimitero per la presentazione dei lavori di restauro, dei quali si discuterà nella seconda sessione (inizio ore 14,30). Ad alternarsi sul palco del Teatro Sacra Famiglia i maggiori studiosi e ricercatori che negli anni hanno approfondito lo studio sull’architetto doglianese. Tra loro la dottoressa Elisabetta Gabetti: è stata lei a completare la donazione dell’Archivio Schellino fatta dal padre, il professor Lorenzo Gabetti, nel 2006, lasciando al Comune di Dogliani le preziose carte ancora in suo possesso. I contributi di Carla Bartolozzi, professore straordinario di Restauro al Politecnico di Torino e di Silvia Valmaggi, funzionario della Soprintendenza, si concentreranno sul tema della tutela dei beni per passare, più nel dettaglio, alla presentazione del restauro dell’ingresso Monumentale del Cimitero a cura della direttrice dei lavori, l’architetto Claudia Clerico e il restauratore Nelson Lozano. Il professor Lorenzo Mamino approfondirà lo studio dell’Archivio di Schellino come punto di partenza per nuovi studi e base per la sua tesi che vede Schellino oggetto di una forte dicotomia tra cultura accademica e cultura locale. La scrittrice e traduttrice Claudia Ciardi proporrà un intervento partendo dallo studio dei documenti inediti dell’archivio e esaminerà quale fosse la cultura letteraria dell’Architetto. Il convegno sarà occasione per inaugurare, alle 17, tre mostre fotografiche: Neo-gothic Atlas di Daniele Regis Location nell’Ambulacro del Ritiro del Sacra Famiglia, Hommage a G.B Schellino: colonne e pinnacoli di Daniele Regis nella Chiesa del Ritiro del Sacra Famiglia e Tre itinerari iconografici per Schellino: fotografie di Ugo Mulas, Roberto Gabetti, Daniele Regis nella sala adiacente all’Ambulacro.

Articolo scritto da:
f.trax
SOCIAL
IL FONDO
Ora che il “Black Friday” è passato ed archiviato ne possiamo scrivere senza tema di essere indicati come “quelli che...&r...