Cerca
Mondovì
2018-11-20
condividi
Lesioni alla ex moglie: condannato a 2 mesi di reclusione e 3000 euro di multa
Lei era andata in ospedale con la rottura del setto nasale

L’ex moglie (è in corso la causa di separazione) lo aveva denunciato nel novembre 2017. Secondo il suo racconto, il marito le avrebbe rotto il setto nasale nel corso di una lite colpendola deliberatamente con una testata. Lui, che lavora nelle forze dell’ordine, le chiese durante il tragitto verso l’ospedale di raccontare di essersi fatta male urtando accidentalmente nel baule della macchina, perché altrimenti avrebbe potuto avere guai sul lavoro. E così la moglie disse al medico che l’aveva visitata. L’uomo, imputato davanti al tribunale di Cuneo per lesioni colpose, è stato condannato a 2 mesi di reclusione e a 3.000 euro di risarcimento, con i benefici della sospensione condizionale e della non menzione della condanna. Il pm aveva chiesto 8 mesi. La trentenne, che vive insieme ai due figli in un paese del Monregalese, si era costituita parte  civile nel processo. Dopo essere stata medicata in pronto soccorso si era  confidata con le amiche, dicendo che era stata picchiata, poi era andata a denunciare il consorte, raccontando della testata, salvo ritrattare in un secondo tempo “per paura”. Lui si era difeso: “E’ stato un incidente”, aveva spiegato. “Ci siamo scontrati con le teste mentre mi giravo tenendo il bambino in braccio. L’ho subito accompagnata al pronto soccorso perché le faceva male il naso”. Il difensore, chiedendo la sua assoluzione, aveva rimarcato le contraddizioni della trentenne  che aveva dato ben tre versioni differenti dell’episodio.

 

condanna moglie marito
Articolo scritto da:
M. Br.
SOCIAL
IL FONDO
Ora che il “Black Friday” è passato ed archiviato ne possiamo scrivere senza tema di essere indicati come “quelli che...&r...