Cerca
Mondovì
2018-04-21
condividi
San Michele Mondoví: s'indaga sulla morte del panettiere
Tolti i sigilli a negozio e garage: che cosa nascondevano?

SAN MICHELE MONDOVÍ - La Procura di Cuneo non ha ancora chiuso il fascicolo sulla morte di Elio Albesano, 48 anni, panettiere di San Michele Mondovì trovato morto al termine di un viadotto della Torino - Savona la scorsa settimana. Prima ipotesi il suicidio, ma nei giorni scorsi erano stati posti sotto sequestro il negozio di via Nielli e il garage dell’abitazione, nella stessa via. I sigilli sono stati tolti solo sabato, dopo le perquisizioni della Procura di Cuneo, che dirige le indagini (se ne occupa il pm Marinella Pittaluga. Dopo l’autopsia ed i funerali che si sono svolti lunedì 16 aprile, il corpo del panettiere è stato cremato a Magliano Alpi e le ceneri riposano a Camerana.

Riserbo degli inquirenti, intanto le indagini che cercano di far luce sulla vita privata dell’artigiano. La mattina del ritrovamento del cadavere, da parte della Polizia Stradale, che indaga, la pasta per il pane del giorno dopo era ancora sul tavolo di lavoro e a ritrovarlo è  stata l’ex compagna, con la quale il panettiere lavorava in negozio.

Si analizzano i filmati delle telecamere di sicurezza, ma gli inquirenti sono anche alla ricerca dei legami con altre persone nell’ultima parte dell’esistenza del sanmichelese. Secondo indiscrezioni, le indagini si concentrerebbero sull'identificazione di una persona, di origine nordafricana, che sarebbe, a sua volta, ad oggi, scomparso. È accaduto qualcosa nella vita del panettiere negli ultimi mesi? Si tratta davvero di un suicidio? Che cosa è stato trovato nel garage e nel laboratorio o nel forno della panetteria? Domande alle quali solo le indagini degli inquirenti potranno rispondere.

 

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
San Michele panettiere
SOCIAL
IL FONDO
“Scuole, emergenza Alberghiero, nuovo plesso scolastico”. Tutto è partito dalla riunione di lunedì mattina in Regione (pr...
VIDEOGALLERY
Nessuna videogallery inserita.