Cerca
Langa
2018-04-20
condividi
Arriva a Farigliano Jeanette, la ragazza ruandese

che ha ritrovato la sua famiglia dopo 23 anni

Portata in Italia quando aveva 18 mesi, credeva che i suoi cari fossero stati uccisi in Africa

“Il fiore più carino” è il soprannome di Jeanette, 26enne ruandese residente a Savigliano che fino a pochi mesi fa pensava di non avere più alcun parente in Africa. Non tutti i suoi famigliari di etnia Tutsi, in realtà, erano stati trucidati dagli Hutu in occasione della strage di Nyamata del ‘93 da cui era scampata solo grazie all’intervento del suo anonimo salvatore. La fotografa arrivata nel nostro Paese quando aveva appena 18 mesi e poi adottata dalla famiglia Chiapello di Dronero all’età di cinque anni lo ha scoperto solamente l’anno scorso. Sono ancora in vita, come ha scoperto in seguito alle indagini condotte dal programma di Raitre di Davide Demichelis “Radici”, il padre biologico di 65 anni Leonard Sebarinda, i fratelli Vincent (che nel 2011 le aveva inviato vanamente un’e-mail ndr), Jeanne e Celestine e ben cinque nipoti. Jeanette, il cui nome originario era “Beata”, è volata da loro assieme al compagno Massimo nel mese di ottobre per ritrovare le sue radici: il commovente racconto dell’incontro con i suoi cari “ritrovati” dopo 23 anni sarà al centro del prossimo appuntamento, intitolato “Cercandomi, la storia di Jeanette Chiapello”, in programma venerdì 27 alle 21 al Circolo Arci di Naviante. 

Jeanette, a Farigliano porterà la sua storia: perché ha deciso di raccontarla?

«La mia storia può contribuire in maniera positiva sulla percezione dell’immigrazione qui in Italia. Sono contenta di poterla raccontare in questo particolare momento storico perché ogni tanto percepisco una certa ostilità da parte di persone che non mi conoscono dovuta al colore della mia pelle».

Ulteriori particolari sull'edizione cartacea
Articolo scritto da:
f.trax
SOCIAL
IL FONDO
“Scuole, emergenza Alberghiero, nuovo plesso scolastico”. Tutto è partito dalla riunione di lunedì mattina in Regione (pr...
VIDEOGALLERY
Nessuna videogallery inserita.