Cerca
Ceva
2017-10-18
condividi
Nella foto, Alessandro Benvenuti
Sul palco Bandakadabra, Lello Arena, Alessandro Benvenuti, Vito
Il Teatro Marenco di Ceva rialza il sipario:

al via la stagione 2017-2018

 

CEVA – Un cartellone ricco di eventi ed esperienze creative, per una stagione 2017/2018 tutta da gustare al Teatro “Marenco”. Venerdì si è tenuta la rituale conferenza stampa di presentazione degli spettacoli della stagione. Con il direttore artistico Luca Prato, il collaboratore Manuel Alciati, il presidente della Filodrammatica Mario Barra ed il vice Max Mao. Prato, ringraziando i volontari che permettono al teatro di “vivere”, ha presentato la programmazione, evidenziando come sia importante affiancare la prosa classica alla musica ed alla danza. «Quest’anno – ha detto Prato - alcune compagnie hanno scelto il nostro palcoscenico per poter preparare ed ultimare gli spettacoli che vi vengono proposti. Aprire le porte, alle compagnie che desiderano fare delle residenze di più giorni qui da noi, risulta importante per far conoscere il teatro, le bellezze di Ceva e, perché no, della nostra valle». Inoltre: «In aggiunta al lavoro di tutta la filodrammatica è importantissima la professionalità e la disponibilità degli uffici della Fondazione Piemonte dal Vivo, senza il quale tutto ciò non sarebbe possibile. Insieme all’interesse del Comune di Ceva ed al prezioso contributo della Fondazione CRC. Si parte il 10 novembre con uno spettacolo che rompe gli schemi classici teatrali, con Bandakadabra in Figurini, prima nazionale a Ceva. Nomi importanti nel panorama teatrale nazionale come Alessandro Benvenuti, Vito (Stefano Bicocchi) e Lello Arena». E’ intervenuta per l’amministrazione comunale l’assessore Mara Garelli: «Siamo sempre attenti e vicini alla Compagnia “Teatro Marenco”, la stagione di quest’anno è studiata per accontentare tutti i palati e offre un’occasione di incontro e di crescita personale». L’assessore alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte, Antonella Parigi, invia un messaggio: “Musica, teatro e danza danno forma ad un cartellone regionale diffuso e capillare, capace di coinvolgere l’assiduo ed appassionato pubblico delle città piemontesi, che si caratterizza per la varietà e la qualità”. Si aggiungono Anna Tripodi e Paolo Cantù, presidente e direttore di Piemonte dal Vivo: “Sosteniamo le stagioni teatrali e musicali di 65 comuni, programmando oltre 700 recite. Progettare in sinergia con i soggetti, facilitando e potenziando i processi creativi, significa promuovere operazioni concrete nel campo della formazione, mettendo in atto strategie partecipative di avvicinamento ed ampliamento del pubblico”. Oltre al cartellone, come al solito molti spettacoli fuori abbonamento, come il ”Malavi ‘d fisime” il 27 ottobre (spettacolo di beneficienza) e “La seconda ora canonica” di Pippo Bessone il 13 gennaio. Anche quest’anno torna il “Teatro in Famiglia”. In cantiere una collaborazione con il comune di Priero per una stagione teatrale estiva, illustrata dal sindaco Alessandro Ingaria.

BIGLIETTI E ABBONAMENTI

Gli abbonati della scorsa stagione potranno acquistare i biglietti presso il Teatro Marenco di Ceva venerdì 27 ottobre dalle ore 18:00 alle ore 21. Sabato 28 ottobre, sempre al teatro, ci sarà la vendita libera dei nuovi abbonamenti dalle ore 10:00 alle ore 13:00. Dal 31 ottobre i posti ancora liberi per la Stagione di Prosa potranno essere acquistati presso Photoemozioni (ex Discofolies) in via Marenco, 20 a Ceva. Per la rassegna Teatro in Famiglia non si effettueranno prevendite.

 

Articolo scritto da:
Fabio Mottinelli
ULTIME NEWS
Ceva
Lunedì sera, alle 20,30, con la nuova maggioranza
Cerimonia in memoria del primo Presidente della Repubblica: alle 11 l’inaugurazione del monumento
SOCIAL
IL FONDO
Il tempo e la memoria sono legati da un filo. I filosofi si sono esercitati: è la memoria che dà un senso al tempo, perchè sa ...