Cerca
Mondovì
2017-09-08
condividi
Michelis #scattapostavinci: torre del Belvedere

le paste di meliga in pole position

MONDOVI’ – I due elementi richiesti dal concorso ben in evidenza: la torre del Belvedere (vera o riprodotta) e il brand del marchio in primo piano. La giuria composta da giornalisti e professionisti della comunicazione e della fotografia, guidati da Cristina Michelis, ha valutato gli scatti in concorso al Michelis “#scattapostavinci”.

I criteri di selezione, cioè l’aderenza al tema proposto, l’originalità formale e concettuale e l’emozione veicolata, hanno premiato l’inquadratura di Gianluca Avagnina, dal titolo “i prodotti

della terra”. L’idea originale, il focus sul marchio Michelis, la realizzazione che evoca a lettere maiuscole la materia prima del prodotto e il concreto richiamo alla tradizione hanno garantito, a chi ha firmato la fotografia, l’ingresso gratuito al festival musicale Wake up al Parco Commerciale di Mondovicino.

Si è aggiudicato il premio della stampa, assegnato da Debora Sattamino, per l’Unione Monregalese, Gianni Scarpace, per Provincia Granda e Emmanuele Bo, per La Stampa e Piazza Grande, Emilio Kabashi , con “È sempre l’ora delle paste di meliga”. Lo scatto, secondo i giornalisti, è perfetto per essere pubblicato quando l’attenzione della stampa si concentra su Mondovì e sui prodotti d’eccellenza del monregalese. Il premio per Emilio è la partecipazione ad un progetto aziendale studiato ad hoc sui social network, oltre ad un abbonamento digitale alle tre testate che raccontano il nostro territorio: La Stampa, L’Unione Monregalese e Provincia Granda.

Il lavoro della giuria non è stato facile e ha richiesto un’attenta discussione, perché gli scatti in concorso erano davvero un campionario di altissimo livello.

ULTIME NEWS
Mondovì
Aumenti in busta paga per idraulica (prossimo al passaggio alla Raicam) e meccanica
Mondovì
Simposio internazionale, con interventi in contemporanea da tutto il mondo
SOCIAL
IL FONDO
Il tempo e la memoria sono legati da un filo. I filosofi si sono esercitati: è la memoria che dà un senso al tempo, perchè sa ...