Cerca
Mondovì
2017-05-12
condividi
Il sito sull'Altipiano preferito a Piazza – La polemica di Sergio Bruno, presidente Arteatelier: «A che cosa servono?»
Mondovì, panchina gigante, per ora, ferma

L’ideatore Bangle indica i giardini della Torretta come sito ideale

MONDOVI’ – «Siamo ancora lontani da una possibile realizzazione, perchè ci dovrà pensare la prossima amministrazione trovando fondi privati, perchè questa è la regola, ma l’ideatore delle panchine giganti, Chris Bangle, ha indicato la zona dei giardini della Torretta, sull’Altipiano, come quella possibile per una sua struttura». Così Pietro Danna, della Consulta monregalese che ha incontrato i collaboratori dell’ex designer della Bmw innamorato delle Langhe (a Clavesana ha la sua residenza) e il Monregalese. Escluso il posizionamento a Piazza, ventilato alcuni mesi fa. «Bangle – continua Danna – predilige zone che devono essere recuperata e il quartiere alto della città sarebbe già denso di beni di grande valore e ben tenuti, così la scelta è ricaduta sulla Torretta che ha bisogno di maggiori attenzioni». Dopo le recenti inaugurazioni di maxi panchine a Briaglia e Ceva, la discussione sulle installazioni si anima con una comunicazione dell’artista monregalese (ex assessore al Turismo) Sergio Bruno, presidente di Arteatelier: «Ma a cosa servono le panchine giganti, se non a riempire un vuoto. Le persone si siedono e cosa vedono? Cieli, smog, scempi». Si scaglia contro gli amministratori delle Langhe fregiate dalla tutela Unesco: «Hanno il coraggio di metterle ovunque. Sindaci che autorizzano le panchine per far parlare di loro cinque minuti, poi il buio. A loro dico: avete già ucciso il territorio, non uccidete gli occhi».

panchina Bangle Mondovì
SOCIAL
IL FONDO
Solo tre su nove firmano il piano del governo per la prima accoglienza in mare. Non è certo un successo. Tra le tre Organizzazioni non Gover...